Impieri Santo
Candidato N° 16
Lista N° 7 Stella Alpina

 

10 maggio:
elezioni comunali 2015 
Comune di Aosta

 

IMPIERI SANTO
Nato a Belvedere Marittimo (CS) il 28.07.1962, da padre contadino in seguito emigrato negli USA e successivamente in Valle d’Aosta e mamma casalinga, vive la sua infanzia e gli inizi della sua adolescenza in Calabria.

All’età di 12 anni decide di seguire le orme del padre e del fratello maggiore emigrati in Valle d’Aosta in cerca di lavoro e di una voglia, come la maggior parte delle persone venute dal sud, di riscatto e di possibilità che quell’area del paese ai più molto spesso nega.

Giunto in Valle d’Aosta trova subito occupazione presso dei ristoranti e bar di Courmayeur come lavapiatti e cameriere con la voglia di imparare il mestiere, mettere qualche soldo da parte e avere l’ambizione di mettersi in proprio quando si sarebbe presentata l’occasione.

L’occasione non tarda ad arrivare, assolto il servizio di leva, torna ad Aosta e all’età di 19 anni tenta l’avventura, in quella regione che seppur la più piccola d’Italia rappresenta nell’immaginario l’eldorado specie per un giovane venuto dal sud, apre la sua prima attività un Bar “ Caffè Chantal ” in via Chambery, non gli sembra vero ma il sogno inizia a diventare realtà, cordialità semplicità e disponibilità ne fanno del giovane Santino e del suo locale un punto di ritrovo di giovani e meno giovani di emigrati e di Valdostani.

Attività che porta avanti per 10 anni circa e che invoglia il giovane Santino e un altro dei suoi fratelli ad aprire un'altra attività in via Conte Crotti “ Ristorante Spaghetteria Barba Blu ”. Ma la voglia di rimettersi in gioco è sempre forte in quella terra che ti ha dato la possibilità di emergere, e allora decide dopo due anni di spostarsi in pieno centro ad Aosta e ceduto il ristorante “Barba Blu” apre il “Caffè Cavallo Bianco” nella storica piazzetta che porta lo stesso nome. Da 15 anni ad oggi gestisce il centralissimo “Caffè Duc” con la stessa voglia ed entusiasmo ed impegno profuso negli anni.

Aver vissuto gli anni più floridi della Valle d’Aosta e gli ultimi anni della crisi che inevitabilmente ha messo a dura prova il tessuto sociale di tutta la regione, ha fatto maturare in Santo Impieri la convinzione che piangersi addosso e non cercare di mettersi in gioco stavolta non per se stesso ma per un intera città sarebbe come girare le spalle alla regione e alla città che ti ha accolto e che ti ha dato “L’OPPORTUNITA’ DI EMERGERE”.

La scelta di approcciarsi alla politica per Santo Impieri non è altro che il modo di vivere Aosta e la Valle d’Aosta, la politica è mettersi a disposizione della collettività aiutare chi è rimasto indietro, aiutare e semplificare la vita a chi ogni giorno sbatte contro il muro di gomma della burocrazia, avere a cuore e difendere i valori della città i suoi spazi verdi, migliorare l’offerta della città verso i turisti, cercare di migliorare ogni giorno una realtà e una società che molto spesso dimentica cosa eravamo ieri con la consapevolezza però che si può vivere nel presente e nel futuro solo quando si è capito che non si può più vivere nel passato.